venerdì 13 aprile 2012

Teatri di Pietra a Pausilypon e al Museo Archeologico Nazionale per la XIV Settimana della Cultura

Teatri di Pietra a Napoli per la XIV Settimana della Cultura


Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Soprintendenza per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei

in collaborazione con
Capuantica Festival – Teatri di Pietra
MDA Produzioni Danza, Palapartenope

in occasione della
XIV SETTIMANA DELLA CULTURA
14 – 22 aprile 2012

presentano


Pausilypon e 
il Museo Archeologico Nazionale
il grande patrimonio archeologico e culturale di Napoli
rivive attraverso la Danza e il Teatro



Nell'ambito della XIV Settimana della Cultura, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dalla Soprintendenza Archeologica di Napoli e Pompei, sabato 14 e sabato 21 aprile 2012 sono programmati, a Villa Imperiale Pausilypon e al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, due eventi di danza e teatro. Due importanti anteprime dedicate ai grandi temi classici e del Mediterraneo, ad ingresso gratuito: La Danza degli Dei, con le danzatrici Carlotta Bruni e Rosa Merlino, e Studio per Ecuba, interpretato da Cinzia Maccagnano e Luna Marongiu.

Grazie alla collaborazione e il sostegno di Capuantica Festival, il Palapartenope e MDA Produzioni Danza, organismi da anni impegnati nella valorizzazione del grande patrimonio archeologico e monumentale attraverso la rete dei Teatri di Pietra, l'Area dei Teatri della Villa Imperiale di Pausilypon e i Saloni della Collezione Farnese del Museo Archeologico Nazionale diverranno lo scenario naturale per due performance accomunate dall'originalità della riscrittura, in chiave contemporanea, dei personaggi del Mito.

Un appuntamento doveroso, questo della Settimana della Cultura, poichè anticipa l'ampia programmazione che si svilupperà a maggio, nell'ambito del tradizionale “Maggio dei Monumenti”, per inserirsi, nei mesi di luglio e agosto, nel calendario nazionale dei Teatri di Pietra.

E’ il naturale connubio tra storia e contemporaneità, arte e mestieri antichi quali quelli del danzatore e dell'attore. Tutto ciò è reso possibile grazie a questi luoghi straordinari, magici, in cui è possibile ritrovare l'autentica radice di una cultura antica e ampia come quella del Mediterraneo e, a Napoli, esprime un unicum di paesaggio, gente, natura.

Oltre la conoscenza e la storia, questi luoghi sono capaci di suscitare trepidazione e passione per il bello e per l'arte.

La prima giornata, sabato 14 aprile alle ore 11.30, l'Area dei Teatri della Villa Imperiale di Pausilypon (ingresso dalla Grotta di Seiano a Coroglio) ospiterà La Danza degli Dei, da un’idea di Benedetta Capanna, con le danzatrici Carlotta Bruni e Rosa Merlino. La memoria ha i suoi odori, i suoi percorsi e le sue vie di fuga. Inafferrabile e pesante, è solo traccia di colori o un improvviso bianco e nero. Il tema della messinscena è la caduta nel tempo, nella sua pienezza, nel qui e nell’ora, quando il tempo cancella il suo ossessivo scorrere. Dall’esigenza di riempire il tempo perduto e ritrovare i frammenti sparsi del proprio essere, si passa al silenzio, nella dolce sospensione della vita, dove si incontrano profondità e leggerezza, e dove tutto si scioglie, e tutto si perdona.
Nei Saloni della Collezione Farnese del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, alle ore 16.00, replica .

Sabato 21 aprile,l'Area dei Teatri della Villa Imperiale di Pausilypon (ingresso dalla Grotta di Seiano a Coroglio) accoglierà, alle ore 11.30, Studio per Ecuba da Euripide, interpretato da Cinzia Maccagnano e Luna Marongiu, mentre nei Saloni della Collezione Farnese del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, alle ore  17.00, sempre sabato 21 aprile, accoglieranno l’anteprima di Studio per Ecuba da Euripide, interpretato da Cinzia Maccagnano e Luna Marongiu. Polimestore è indotto da Ecuba, con il miraggio di un tesoro nascosto, a entrare nella sua tenda con i figli. Assalito e immobilizzato dalle donne, li vedrà morire prima di essere accecato. Chiederà ad Agamennone vendetta, ma l’operato di Ecuba riceve l’avallo del comandante dei Greci, che si rifiuta di considerare delitto politico quanto commesso da Polimestore. Il re tracio profeta il futuro orribile che attende Ecuba (sarà trasformata in cagna) e Agamennone (verrà ucciso dalla moglie). Agamennone ordina di farlo tacere e lo destina ad essere gettato su un’isola deserta.


XIV Settimana della Cultura, 14 – 22 aprile 2012
Pausilypon e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli
Ingresso gratuito, info al numero 0635452444 di Capua Antica Festival
email info@capuanticafestival.it



Ufficio stampa Raimondo Adamo
tfx 0810360834 mob 3487569222


Nessun commento:

Posta un commento